ENERGIA SOLARE: ITALIA PRIMA AL MONDO PER UTILIZZO


Scommessa sul solare è la sfida del futuro per lo sviluppo

L’Italia è il primo Paese al mondo per uso dell’energia solare. Lo rivela un rapporto dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), organizzazione intergovernativa dell’OCSE.

In Italia l’8% dei consumi è coperto dal fotovoltaico.

In graduatoriEnergia solare: Italia prima al mondo per utilizzoa per maggiore utilizzo di fotovoltaico seguono la Grecia 7,4%, la Germania 7,1%, il Belgio e il Giappone (4%), poi abbiamo la Bulgaria, la Repubblica ceca e l’Australia (intorno al 3,5%). La Cina è 21/a, con solo l’1% del fabbisogno coperto dal sole, e gli USA sono al 25/o posto con meno dell’1%.

Il rapporto “Snapshot of Global PV Markets” spiega che la capacità produttiva mondiale del fotovoltaico nel 2015 è cresciuta di 50 GW (gigawatt), arrivando ad almeno 227 GW. La crescita maggiore è stata in Cina, con 15,3 gigawatt in più nel 2015, seguita da Giappone (11 GW), USA (7 GW), UE (7 GW) e India (2 GW). La regione Asia-Pacifico rappresenta da sola il 59% del mercato globale dell’energia solare.

Mercato FV globale

QUANTO è stato installato nel 2015?
Il livello record di installazioni nel 2015 può essere suddiviso tra i paesi PVPS e il resto il mondo. I paesi PVPs hanno installato 40,8 GW di fotovoltaico, e almeno 7,3 GW sono stati segnalati in paesi non IEA PVPS dal quale sono disponibili dati affidabili. Possiamo anche
stimare che le installazioni non segnalate un ulteriore contribuito di circa 2 GW nel 2015. La capacità installata in tutto il mondo nel corso del 2015 ammonta almeno a 48,1 GW e, probabilmente raggiunge i 50 GW,se vengono presi in considerazione tutti i paesi dichiaranti e non.

Il numero di installazioni finali della Cina per il 2013 e il 2014 hanno raggiunto rispettivamente 10,95 e 10,6 GW. Questo numero è cresciuto in maniera significativa nel 2015 a 15,2 GW. Questo riflette le
ambizioni delle autorita’ Cinesi di continuare a sviluppare il mercato fotovoltaico interno. L’obiettivo di raggiungere
35 GW entro il 2015 è stato raggiunto e la Cina si sta avvicinando ai 143 GW entro il 2020, rispetto ai
il 100 GW precedentemente annunciato.

Il Giappone è stato il secondo mercato per il fotovoltaico nel 2014 nel 2015 con una stima di 11 GW di impianti fotovoltaici installati. Mentre i numeri finali potrebbero differire leggermente, questo dimostra che entrambi i paesi (Cina e Giappone) hanno guidato il mercato del fotovoltaico nel 2014 e di nuovo nel 2015.

Gli Stati Uniti hanno preso il terzo posto di nuovo nel 2015 con 7,3 GW installati rispetto ai 4,75 GW nel 2013 e 6,2 GW nel 2014.

 Il Regno Unito ha installato 3,5 GW nel 2015, prendendo il primo posto nel mercato europeo mentre la Germania è scesa a 1,5 GW, in calo da 3,3 GW nel 2013 e 1,9 GW nel 2014. Ciò è avvenuto in un contesto delle tariffe feed-in ridotte, di cambiamenti dei regolamenti di supporto al fotovoltaico verso l’integrazione nei mercati dell’energia elettrica e l’introduzione di condizionamenti nelle gare per impianti fotovoltaici dei produttori energia.

La Cina ora conduce la capacita’ cumulativa con 43,5 GW, seguita dalla Germania con 39,7 GW,seguita dal Giappone (34,4 GW), Stati Uniti (25,6 GW) e l’Italia (18,9 GW). Tutti gli altri paesi sono molto indietro in termini di installazioni fotovoltaiche cumulative e sotto la soglia dei 10 GW.

Scarica il rapporto in .pdf.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *