Illuminazione stradale a LED è fonte di rischio per la salute?


Dibattito negli USA fra AMA e ACH

Un rapporto  recentemente pubblicato dalla American Medical Association (AMA)  afferma dell’impatto già conosciuto e di altri sospettati  per la salute umana e per l’ambiente causati dai diodi emettitori di luce (LED) che emettono una quantità eccessiva di luce blu nell’illuminazione stradale.

Il rapporto AMA, dal titolo: “Human and Environmental Effects of Light Emitting Diode (LED) Community Lighting” , presenta implicazioni significative per la ormai globale transizione per i LED come la tecnologia di illuminazione esterna vincente.

Mentre il rapporto supporta l’utilizzo di illuminazione a LED, al fine di ridurre il consumo energetico e l’uso di combustibili fossili, afferma AMA che alcune luci LED sono dannose e un numero crescente di evidenze scientifiche mettono in correlazione l’esposizione a luce bianca-blu ed un aumento rischio di cancro, diabete e malattie cardiovascolari. Secondo il rapporto la luce bianca-blu utilizzata per l’illuminazione stradale e’ dannosa per il nostro ciclo di sonno, ma anche è associato ad un alterato stato diurno ed una maggiore incidenza di obesità.

AMA incoraggia l’attenzione alla progettazione per la conversione ottimale dalle tecnologie di illuminazione tradizionali a quelle più moderne a LED. I corpi lampada per l’illuminazione esterna devono essere adeguatamente schermati, ed utilizzare controlli attivi che modulano l’intensità luminosa fino a spegnere completamente la luce di notte. La temperatura di colore correlata (CCT) per l’illuminazione esterna dovrà essere limitata a 3000 Kelvin (K) o inferiore. Questo perché quantità di luce blu che un dispositivo emette crescono notevolmente per valori superiori ai 3000°K.

Fin qui il rapporto dell’ AMA.are-led-street-lights-bad-for-your-health-136406950840303901-160623111028-620x330

L’ American Council of Health ( ACH) ovvero il Consiglio americano della Salute,  risponde al rapporto sui LED dell’AMA, ribilanciandone le conclusioni : American Council of Health replies to AMA’s LED report. Esso afferma che le  preoccupazioni espresse dall’AMA sono sconcertanti e piuttosto esagerate. Dopo aver esaminato le obiezioni di AMA, è difficile individuare delle preoccupazioni reali.

Secondo AMA le luci LED dell’illuminazione stradale sono troppo luminose e in grado di creare abbagliamento notturno. Inoltre le luci a LED bianco-blu causano disagio e disabilità e, riducono l’acuità visiva e la sicurezza e potrebbero creare un pericolo sulla circolazione stradale.

In risposta a questo, ACH afferma che tali effetti potrebbero essere veri soltanto se tutti i veicoli sulla strada fossero decappottabili, e con l’autista direttamente esposto a queste luci. Tuttavia, i veicoli sono coperti e i parabrezza aiutano a filtrare l’abbagliamento, soprattutto di notte. Quindi, ACH ritiene che questa preoccupazione è alquanto vaga.

AMA sostiene che la funzione lampioni LED blu ad una lunghezza d’onda nociva che sopprime la melatonina, un ormone che disturba il sonno. ACH controbatte che per disturbare il sonno  i lampioni devono trovarsi  nelle zone residenziali e brillare direttamente nelle case, situazioni molto particolari.

Inoltre per AMA recenti indagini hanno scoperto che l’illuminazione notturna residenziale LED è collegata con tempi di sonno ridotti, una qualità del sonno insoddisfacente, un’estrema sonnolenza ed alterata attività diurna e aumento del rischio obesità. Tuttavia, ACH osserva che AMA ha fatto tali affermazioni sulla base di semplici indagini, e non ha effettuato studi approfonditi, quindi non sono sufficientemente provate.

ACH richiama al senso comune e alla necessita’ di prendere decisioni. Il LED aiuta a risparmiare enormi quantità di energia e, quasi il 10% Comuni degli Stati Uniti stanno utilizzando questa tecnologia ad alta efficienza energetica.

Se la luminosità è una considerazione rilevante, le autorità dovrebbero semplicemente utilizzare lampadine a basso wattaggio. Per esempio, prendete Westwood, Massachusetts ha sostituito più di 1.400 lampioni con LED di temperatura 4.000 K, dal momento che i 5.000 K erano con luminosità irritante, mentre i LED 3000K non erano abbastanza brillanti per illuminare le strade.

ACH afferma che qualsiasi nuova illuminazione stradale ha bisogno di tempo perché i residenti si adattino ad essa. Un punto economicamente importante per le luci a LED è che hanno bisogno di meno manutenzione. Ciò significa che le lampade saranno pulite meno spesso, e la sporcizia accumulandosi nel tempo oscurerà spontaneamente la loro luminosità.

Infine ACH indica che la visione negativa di AMA sulle luci a LED è ingiustificata.

Il dibattito continua e vi aggiorneremo su queste pagine.

Riproduzione riservata.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *